Mi avete scoperto

12 febbraio 2017

Ebbene sì, mi avete scoperto.

Sono una delle spie russe responsabile delle intrusioni nei sistemi del Ministero degli Esteri italiano. Me ne stavo lì, tranquillamente seduto alla fermata del Piazzale della Farnesina ad origliare le conversazioni dei funzionari e il crepitio dei dischi rigidi della sala server servendomi di un apposito strumento che lo traduceva istantaneamente in una copia dei dati che vi venivano scritti. Avessi usato degli occhiali da sole, probabilmente ci avrebbero messo più tempo a riconoscermi.

Uno dei momenti in cui mi sono più preoccupato per la riuscita della missione è stato quando uno degli uomini della sorveglianza mi si è avvicinato chiedendo che cosa facessi lì tutto il giorno. Con un malcelato filo di preoccupazione nella voce risposi che stavo aspettando il 32. Evidentemente, il servizio dell’ATAC è così scadente che sono risultato credibile.

Ma oramai è tutto finito. Mi tocca qualche mese di silenzio, dopodiché probabilmente andrò ad influenzare le elezioni in qualche altro paese europeo. O, almeno, questa sarà la versione che racconteranno gli sconfitti.


Fabio Fazio

31 gennaio 2017

Su facebook c’è una pagina che si chiama “Fabio Fazio si incula da solo con un <aggettivo> sistema di specchi e leve”. L’aggettivo cambia da ban a ban; dando un occhio alla pagina capirete subito il motivo di tanta attenzione dagli amministratori della rete sociale.

Leggi il seguito di questo post »


Attacco dei tostapane

21 agosto 2016

Stasera ho seguito attentamente i seguenti passaggi:

  1. Impostare come salvaschermo del computer “Flying toasters” (c’è tra i predefiniti dell’ultima versione di Linux Mint, e quindi probabilmente di distribuzioni affini, comunque si scarica agevolmente da Internet);
  2. Cercare “Cavalcata delle Valchirie” sul vostro sito audio – video preferito, e trovarlo (esempio);
  3. Assicurarsi di avere l’audio del computer attivato;
  4. Far partire il pezzo e bloccare lo schermo;
  5. Godersi il trash.

Se poi siete fortunati, Youtube ci mette del suo e come pezzo successivo fa partire automaticamente la Marcia Imperiale di Star Wars suonata dalla Filarmonica di Vienna.


La fuffata del giorno

30 novembre 2014

Per soddisfare il mio (debole e macilento, come deve essere) lato hipster ho aperto un tumblr. Si chiama fuffatadelgiorno.tumblr.com, e raccoglie una fuffata al giorno, principalmente, ma non solo, di argomento matematico. È possibile che io linki alcune fuffate su questo blog, oppure scriva qualche fuffata qui e la linki sul tumblr. Preferisco comunque tenere separate le due piattaforme di blogging: infatti wordpress è più adatta ad articoli lunghi rispetto a tumblr che privilegia l’impatto visivo.

Buona lettura e buone fuffate!


Tipi di bigotto

2 ottobre 2010

Una buona (a patto di definire “buona” nel modo giusto) attività per persone razionali con tempo da perdere, o da impiegare produttivamente (anche qui questione di definizioni), è quella di cercare di convincere un religioso che la sua religione è un’illusione personale, una catena che imprigiona la sua mente ed è anche un grosso danno sociale. Un esercizio psicologico collaterale è quello di cercare di classificare le più frequenti reazioni degli interlocutori. Prima di partire, vi ricordo che la (s)conversione istantanea non è una di queste.

Ecco quindi i tipi di bigotto, classificati in base al tipo della loro reazione alla vostra opera missionaria. La classificazione è ottenuta in base ad esperienze personali, dirette ed indirette, molte delle quali costituite da dialoghi virtuali, alcuni di essi con veri e propri troll, che infatti vengono bannati velocemente.

Leggi il seguito di questo post »


Sulla precisione formale: non oltrepassare la riga giallen [cit.]

5 settembre 2010

Un matematico bada molto alla precisione formale nel suo lavoro, controllando scrupolosamente le ipotesi e la terminologia che sta usando. Non può quindi che rimanere scandalizzato dal pressapochismo con cui vengono pronunciati gli annunci nelle stazioni ferroviarie.

Esempio: “Treno in arrivo al binario <n>. Allontanarsi dalla linea gialla.”

Si dovrebbe precisare quale linea gialla, in che direzione ci si dovrebbe allontanare e di quanto. Allontanandosi dalla linea giusta ma in direzione sbagliata si finisce dritti sotto il treno in arrivo, e questo è male, almeno in alcuni casi.

Inoltre, seguendo il consiglio di non oltrepassare la linea gialla (quale poi?), non si riuscirebbe mai a entrare nel treno giusto quando arriva.

ANNUNCIO

Treno regiona… Ehm… No, non era questo. Era: “Vorrei ringraziare tutti quei (futuri) matematici che mi hanno aiutato ad individuare le mancanze negli annunci alle stazioni ferroviarie.”


Sulla terminologia: matematica e commercio

5 settembre 2010

Per un matematico una terminologia semplice e precisa è molto importante. Perciò egli tende a tradurre in linguaggio matematico le parole della quotidianità, distruggendo però in questo modo, il cattivone, le idiozie mascherate dalle parole finezze psicologiche del linguaggio. Qualche esempio dal commercio:

Leggi il seguito di questo post »


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: